Perle di Regia: I movimenti di macchina ne “Il Colore dei Soldi”