STAI LEGGENDO : House of the Dragon S01E08 - A casa tutti bene

House of the Dragon S01E08 - A casa tutti bene

Condividi su:

Le dispute ereditarie sono una questione scabrosa da trattare nei Sette Regni e quindi un'altra pretesa al seggio di una delle casate maggior sta per dividere la Casa del Drago.

Sono solito aprire questi pezzi lamentandomi di quanto il tedio mi colga alla sola idea di pigiare play ad ogni nuova puntata, ma nel corso della settimana è successo che forte del suo settimo episodio la serie ha finalmente toccato con decisione una corda fino ad ora accarezzata ma mai fatta vibrare con la decisione che avrei voluto.
Come vi ho raccontato settimana scorsa invece, dal momento che i draghi sono stati messi da parte in favore dei personaggi e il dramma ha preso il sopravvento sul fantasy, aumenta la precisione della serie, concentrando il racconto, smettendo di essere un mix indeciso e abbracciando il suo lato più teatrale (di cui abbiamo una diapositiva).

Dall’altra parte della barricata invece, Gli Anelli del potere piazzano la loro puntata più moscia sotto tutti i punti di vista scavando una vera e propria breccia tra Draghi e Anelli che tutta la buona volontà del mondo non può colmare.
La combinazione delle due circostanza mi ha quindi fatto guardare con curiosità ed entusiasmo all'ottavo episodio.

Fiducia che è stata ricompensato da quello che per ora è il miglior episodio della serie.

La consapevolezza di aver ingranato la marcia giusta con gli ultimi episodi è comunque percepibile da una maggior cura dal punto di vista della regia che anche negli interni riesce a dare valore allo spazio calcato dai personaggi con una composizione delle immagini notevolmente espressiva, considerando come questa puntata sia tutta incentrata sul tema della distanza e dell'avvicinamento.

Anche dal punto di vista del ritmo la puntata è ineccepibile, nonostante i dubbi che legittimamente solleva l'ulteriore salto temporale, con uno studiato mix di climax e anticlimax che modula il tempo in maniera a mio avviso molto elegante, avvalendosi di tutti i pezzi che la storia ha piazzato nel corso delle altre puntate, lasciando da parte le didascalie per lasciare intrecciare i personaggi e progredire nell’evoluzione dei loro rapporti in maniera quanto più credibile possibile.

Per quanto assistiamo ad una “variazione sul tema” della scena della stanza della settima puntata, con tutti i personaggi, nessuno escluso, coinvolti in una schermaglia verbale montante dove le intenzioni feriscono più delle spade, sembra di nuovo essere tornati ai livelli migliori anche di GoT, quando era percepibile la tensione costante che mettere tutti i personaggi in pericolo.

A questo punto, l’articolazione teatrale è esposta, considerando ogni evento principale come l'atto di un dramma più esteso che copre soltanto un gruppo di episodi alla volta.

La scelta di ridurre all’osso gli eventi della puntata inoltre garantisce una riduzione del 100% dei momenti cringe che spariscono mentre il ritmo sale proporzionalmente al senso di pericolo.

Anche le ripetizioni qui sono ridotte al minimo. I dialoghi dei personaggi della prima parte della puntata servono a disporre i pezzi sullo scacchiere, sono dichiarazioni di intenti per indicare la direzione nella quale essi si muoveranno, ma per esempio, non sentiamo la stessa cosa ripetuta per tre volte in tre modi diversi.

E poi c’è il processo, chiaro, diretto con fermezza, sfruttando il tempo e lo spazio in modo preciso ed efficace. E il suo contraltare, il banchetto, quasi come se fossero due momenti speculari nel tono ma che mantengono altissima la possibilità che tutto possa accadere.

Mi sono veramente divertito.

Best in Show: Re Vyseris Targaryan di Paddy Considine che si è fatto aspettare per otto lunghe puntate ma alla fine dà un senso alla sua sopravvivenza tirando fuori un personaggio drammatico, dolente eppure il cui carisma svetta al di sopra del resto di un cast pure in splendida forma. Totalmente shakespeariano.

related posts

Come to the dark side, we have cookies. Li usiamo per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi