Steve Ditko, l’eremita con cui il mondo del fumetto sarà sempre in debito