Salvatore Esposito, da Gomorra il nerd che non ti aspetti