Leone, ovvero “Quel pasticciaccio brutto della Città senza nome”