STAI LEGGENDO : Leggende urbane su Godzilla da raccontare ai vostri amici che non guardano i Kaiju movie

Leggende urbane su Godzilla da raccontare ai vostri amici che non guardano i Kaiju movie

Condividi su:

Leggende, errori e false informazioni su Godzilla il kaiju divenuto icona del cinema di mostri e della cultura pop fin dalla sua prima apparizione

Il destino di molte icone pop è quello di tirarsi dietro leggende urbane e dettagli sbagliati riguardo la propria persona. Quando poi l'icona in questo è un personaggio di fantasia diventa facilissimo fare casino tra quanto è canonico e quanto no, ancora di più se l'icona è in giro da 60 anni e ha vissuto più vite e incarnazioni. Tutti motivi per cui ho raccolto alcuni dettagli che credevo di sapere su Godzilla ma che dopo un paio di googlate ho scoperto essere sbagliate. Perché "Conoscere è metà della battaglia!", o forse confondo i franchise...

 

Ma Godzilla non è verde!?!

Vaffanculoa questo edificio in particolare

Ok, lo ammetto, quando penso a Godzilla me lo immagino di solito verde, e me lo immagino quindi sbagliato. O per lo meno me lo immagino sbagliato rispetto all'originale  della Toho degli anni '50  in cui apparì per la prima volta nel suo bel colore grigio/nero carbone , colore che ha mantenuto in svariati toni elegantissimi fino al film Godzilla 2000: Millennium del 1999. Se però io e altri ce lo ricordiamo spesso verde è perché appare di questo colore in svariati poster promozionali ma soprattutto nel cartone animato co-prodotto da Toho e Hanna&Barbera nel 1978, Godzilla Power Hour, in cui col suo color verde accentua parecchio il suo aspetto di lucertolone sputa fuoco. Così come nel fumetto edito da Marvel nel 1977 o da Dark Horse negli anni '80.  Ma a proposito: sputa fuoco? Ed è un lucertolone? 

 

Che razza di bestia è!?!

"Hey, piano coi discorsi razziali!"

Prendendo per buono il film del 1998 di Roland Emmerich, Godzilla è un iguana marino mutato a causa di esperimenti atomici negli atolli francesi. Ma nessuno prende sul serio il Godzilla di Eymerich. Il Godzilla della Toho è invece un dinosauro acquatico, mutato pure lui a causa di esperimenti atomici che lo hanno dotato di caratteristiche eccezionali come l'essere se non indistruttibile parecchio coriaceo, avere un potere rigenerante che fa impallidire quello di Wolverine e la capacità di generare un alito atomico, o forse di fuoco a seconda della versione a cui stiamo assistendo. Però abbiamo anche Godzilla Earth, apparso per la prima volta nel film del 2017 Godzilla: Planet of the monsters, la cui origine è vegetale: si tratta in fatti di  una mutazione della flora terrestre che ha generato Godzilla donandogli poteri sulla falsariga della fotosintesi. 

 

Sputa fuoco o alito atomico!?!

Se non bastassero le sue zampone con cui calpesta e prende a schiaffazzi  gli edifici, oppure i colpi di coda precisi come frustate, Godzilla può disintegrare più o meno qualsiasi cosa a colpi di alito. Alcuni potrebbero pensare che Godzilla sputi fuoco come un mastodontico Grisù ma in realtà, fatta eccezione per le versioni apparse sui fumetti Marvel e nel cartoon di Hanna-Barbera,  Godzilla genera un alito atomico a partire dalla sia prima apparizione, dove veniva chiamato Luce Incandescente . Si tratta di un potere che ha acquisito durante l'esposizione agli esperimenti atomici (o con cui è nato, a seconda delle versioni) e che gli permette di attaccare con facilità altri mostri o le svariate armi scatenategli contro dagli esseri umani. In alcuni casi però il fiato atomico viene espulso da Godzilla per potersi raffreddare in caso vada in eccessivo surriscaldamento, una sorta di ruttone digestivo per evitare di esplodere uccidendosi. E se gli piglia bene è in grado di lanciarlo anche dalle scaglie che gli corrono lungo la schiena.

 

Godzilla sa volare!?!

No,  tecnicamente non sa volare . Però ha usato alcune volte il suo fiato atomico per spiccare il volo come fosse un razzo in Godzilla vs. Hedorah, nella serie a fumetti Godzilla: Ongoing e nel videogioco della Namco Godzilla. Hey, solo perché la radioattività non ti dona il volo non significa tu non abbia diritto di provarci.

Non ci sono due finali diversi per King Kong Vs Godzilla!?!

 

Per un sacco di anni  è girata la leggenda che il film King Kong Vs Godzilla avesse due diversi finali, a seconda che si trattasse della versione distribuita nei cinema americani o in quelli giapponesi. Nel primo caso il film vedeva vincere King Kong e nel secondo caso Godzilla.  Sono tra quelli che ha sempre conosciuto questa leggenda ma trattasi appunto di fake news: il film ha un solo e unico finale.  L'unica differenza è nella battuta che chiude la pellicola. Nella versione giapponese alcune persone che vedono King Kong allontanarsi a nuoto si chiedono se Godzilla sia sopravvissuto o meno, mentre nella versione americana dicono solo che Godzilla è sparito senza lasciare traccia. In più nella versione americana è stata aggiunta una breve scena in cui un reporter augura a Kong buona fortuna per il suo viaggio di ritorno. Infine mentre nella versione giapponese l'ultima cosa che sentiamo sono il ruggito di Godzilla e quello di Kong in successione, nella versione americana sentiamo solo il ruggito di Kong.

 

Con 35 film alle spalle, più cartoni animati, manga, fumetti e romanzi, Godzilla si gode  un successo tra i più duraturi e unici nel panorama della cultura POP, tra le pochissime creazioni originali nate al cinema ad essere entrate davvero nell'immaginario collettivo, creato un genere e galvanizzato generazioni e generazioni di fan e autori. Con una storia così variegata è il minimo che nascano leggende urbane o imprecisioni sul suo conto e se ve ne vengono in mente di gustose fatevi vivi nei commenti.

Questo articolo fa parte della Core Story dedicata a Godzilla.

related posts

Come to the dark side, we have cookies. Li usiamo per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi