La leggenda di Hokuto o perché alcune cose devono rimanere confinate all’infanzia