STAI LEGGENDO : Core Story: Il fascino discreto del lato oscuro

Core Story: Il fascino discreto del lato oscuro

Condividi su:

La Core Story di settembre è interamente dedicata alla figura del cattivo, il contraltare del protagonista che rende possibile l'azione della storia.

Il vocabolario Treccani definisce l’antagonista come “avversario in una lotta, in una gara sportiva, in un’azione drammatica, personaggio in conflitto con il protagonista. Per estensione, rivale, emulo, in una competizione qualsiasi.

Poche righe che racchiudono un intero mondo, poche righe che fanno la differenza tra una storia ottima e una mediocre. Ebbene sì, perché senza un cattivo a fare da contraltare, non c’è protagonista che tenga, la trama non ha senso.

La storia del cinema, della letteratura, dei videogiochi e di ogni prodotto dell’intrattenimento ha quindi nel rapporto tra protagonista e antagonista una delle sue basi fondative: inizialmente i cattivi sono stati rappresentanti in maniera grottesca, deforme, affinché fosse facile al pubblico identificarlo immediatamente. Man mano che la fantasia degli autori si è evoluta – insieme alle loro libertà creative e ai gusti del pubblico – la figura del cattivo è andata maggiormente definendosi, dando vita a dei personaggi che, in più di un caso, hanno soppiantato il loro alter ego buono nel cuore degli appassionati.

Basta citare Darth Vader, per fare un esempio su tutti. O gli affascinanti cattivi dei fumetti supereroistici, ognuno con le sue backstories – molto spesso dolorose e drammatiche – e i suoi poteri al servizio del Male.

La redazione di Nerdcore, per la Core story di settembre, ha deciso di omaggiare una delle figure più iconiche della storia dei prodotti dell’intrattenimento: cogliendo l’occasione del film appena presentato al Festival di Venezia, in cui a incarnare il Joker sarà Joaquin Phoenix,  abbiamo deciso di dedicare l’intero mese ai cattivi

E quindi scriveremo della figura dell'antagonista nel mondo dell’intrattenimento, analizzandone qualche esempio e tratteggiando l’archetipo senza il quale nessuna Storia potrebbe stare in piedi.

Per adesso potete già gustarvi la recensione del film sul Joker, presto aggiungeremo nuovi articoli a questa carrellata di brutti ceffi.

In chiusura, un doveroso e sentito ringraziamento a Simona Correale, autrice dell'evocativa immagine della Core Story di settembre.

 

Di seguito, l'indice degli articoli della Core Story di settembre:
Marco Paiano - Joker: la folle e inquietante nascita di un antieroe
Marco Paiano - Joaquin Phoenix a Venezia per Joker: "Ero attratto dalla sua luce
Lorenzo Fantoni - IT: Capitolo Due è esattamente come ogni ripatriata: agrodolce, a volte goffo, pieno di battute e con un po’ di amaro in bocca
Andrea Fontana - David Fincher e la teoria del male liquido
Francesca Gatti - Il lato comico del lato oscuro: perché anche il dark side ha bisogno di macchiette
Felice Garofalo - Negan: odi et amo
Francesco Tanzillo - Buffone, criminale, anarchico: filologia del Joker cinematografico
Anna Sidoti - I boss dei videogiochi sono davvero cattivi?
Lorenzo Barberis - Sympathy for the devil: la storia del Grande Avversario
Marco Paiano - Psyco di Alfred Hitchcock: viaggio nella mente di Norman Bates
Alessandro Palladino - Il male è passato dal lato Queer e ne è uscito fascinoso
Alessio Posar - American Psycho: il fascino indiscreto degli anni '80
Eva Cabras - La vendetta ti fa villain

 

 

related posts

Come to the dark side, we have cookies. Li usiamo per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi